CC.VITERBO sicurezza passiva assente

Lo scorso ottobre la scrivente organizzazione sindacale, unitariamente ad altre sigle aveva aderito alla protesta contro il NON funzionamento delle Torri Luci che circondano l’istituto penitenziario la quale il Provveditorato regionale aveva previsto un primo intervento con circa 10 mila euro.

Seppur scontato definire l’importanza di avere un impianto luci funzionanti all’interno ed esternamente di un Penitenziario, purtroppo denotiamo da parte di questa Amministrazione un’ inaspettata disattenzione non ritenendo URGENTE la soluzione del problema posto.

Infatti ad oggi il problema persiste e a detta della Direzione il costo complessivo della riparazione delle 22 torri e pari a circa 170 mila euro, fondi che purtroppo non sono presenti dove a questo punto riteniamo primario rispetto all’esigenze di garantire una sicurezza passiva al personale che opera al suo interno.

A questo aggiungiamo anche il problema dei gabbiotti (già rappresentata con altra nota specifica che si allega) presenti nelle sezioni detentive destinato al personale preposto alla vigilanza detenuti, che a seguito del nuovo modello previsto di apertura detenuti (minimo 8 ore) sono costretti a rimanere all’interno della sezione o all’interno dello stesso gabbiotto che però non offre nessuna via di fuga in caso di eventi critici particolari.

Ovviamente per ogni torre presente a detta della Direzione, incontrata in questi giorni in una riunione dopo i casi di aggressioni subite dal personale, la spesa complessiva e pari a circa 170 mila euro la quale ovviamente non essendoci fondi non si può prevedere la loro riparazione.

A questo punto la UILPA POLIZIA PENITENZIARIA si domanda se un istituto di quella portata con tipologie di detenuti vari (presenti anche i 41 Bis) possa garantire sicurezza visiva nelle ore notturne vista la mancanza di impianti funzionanti.

Quale sono gli accorgimenti urgenti che questa Amministrazione intende fare per risolvere un problema non di poco conto e soprattutto quanto tempo bisogna aspettare perché si risolva il tutto.

Distinti saluti.