NOTA UNITARIA - VELLETRI IN GRAVE STATO DI DISAGIO POLIZIA PENITENZIARIA

Segreterie Polizia Penitenziaria Lazio
Roma 14 Aprile 2016


Al Capo del DAP
Al Provveditore Regionale del Lazio


CC.VELLETRI – GRAVISSIMO DISAGIO PERSONALE POLIZIA PENITENZIARIA
CONTESTAZIONE E RICHIESTA D’INCONTRO AL PROVVEDITORE REGIONALE.


Le scriventi OO.SS. non possono che richiamare con forza l’Amministrazione Penitenziaria ed i suo vertici ad intervenire, con la massima urgenza, nella grave situazione in cui versa l’istituto penitenziario di Velletri ed il suo personale; agenti ed assistenti, chiamati ad operare in una situazione che non lascia più possibilità d’intervento. In sede di confronto sindacale, potremmo solamente sperare di assicurare il piano ferie estivo, ma non la copertura dei servizi per le unità che rimangono in servizio, perché garantire le ferie del personale è un diritto e non un surplus di cui si deve tenere conto.


Su un organico previsto di 263 unità ed amministrato di 176 unità (-33%), il personale del ruolo agenti/assistenti presenti in sede non supera le 149 unità, di cui 4 unità femminili; è lecito rimarcare anche la carenza di personale del ruolo Sovrintendenti (11 unità) e Ispettori (16 unità) di cui una unità femminile (- 61% rispetto alla pianta organica complessiva nei due ruoli prevista) a fronte di una popolazione detenuta che supera le 560 presenze rispetto ad una capienza regolamentare di 411, ovvero il 37%, in più del dovuto e, quindi, l’istituto è in piena emergenza sovraffollamento.
Quotidianamente l’organico operante è pari a 86 unità, che devono dedicarsi alla copertura dei posti di servizio individuati nell’accordo con la Direzione del 2015 relativo all’organizzazione del lavoro, vedasi verbale del 26 Marzo 2015 che si allega con la relativa informazione preventiva, che prevedeva un organico presente di agenti/assistenti pari a 173 unità.
A distanza di un anno la presenza si è ridotta a 149 operanti (-16%).
Ricordiamo che questa struttura, dal 2014, attua la Vigilanza Dinamica nel reparto D, mentre in altri reparti si applica il regime chiuso, con una presenza massiccia di circa 104 precauzionali con una forte maggioranza sottoposti a ordine e sicurezza o con problemi di natura psichiatrica provenienti da altri istituti della regione, che sembra non avere mai fine.
Il personale ha già espresso, da qualche mese, la volontà di aderire allo STATO DI AGITAZIONE senza che l’Amministrazione abbia voluto riconsiderare nulla per migliorare le loro condizioni operative e, quindi, ad oggi ci si ritrova a dover decidere di intraprendere ulteriori azioni di contestazione affinchè l’Amministrazione assuma, quanto meno, quelle determinazioni necessarie a tutela del personale, ormai diventato insufficiente a fronte di una popolazione detenuta in sovraffollamento costante.
A questo punto, le OO.SS sottoscrittrici di questo documento ritengono opportuno e necessario chiedere con urgenza un incontro con il Provveditore Regionale, anche presso la sede in questione, al fine di trovare le opportune soluzioni che possano lenire la gravissima situazione in cui versa il carcere ed il suo personale.

Le soluzioni che dovrebbero essere adottate sono ben chiare: aumentare il personale riducendo contemporaneamente la popolazione detenuta ritenuta problematica e, quindi, il sovraffollamento.
Considerato quanto sopra rappresentato, ribadendo lo STATO DI AGITAZIONE del personale di Polizia Penitenziaria, queste OO.SS sono pronte ad intraprendere ogni forma di protesta, ad iniziare da una manifestazione dinanzi al Provveditorato Regionale.
Si chiede, altresì, un confronto urgente con il Provveditore Regionale reggente affinché si assuma l’onere di ascoltare le ragioni che ci hanno spinto a tanto ed assumere tutte le opportune iniziative a garanzia delle esigenze del personale.
Al Capo del DAP si chiede che venga urgentemente nominato un Provveditore titolare, in quanto sono ormai mesi che non abbiamo un interlocutore con cui confrontarsi sulle molteplici problematiche della Regione lazio.
Le Segreterie regionali Lazio
SAPPE OSAPP UILPA SINAPPE CISLFNS UGLPP CGILFP CNPPFSA
Somma Proietti Nicastrini Pierucci Costantino Bianco Branchi Riggi

Allegati:
Scarica questo file (NOTA UNITARIA SEGRETERIE REGIONALI - VELLETRI GRAVISSINO DISAGIO POLIZIA PENITENZIARIA.pdf)nota unitaria in pdf[ ]384 kB