Comunicato Stampa Aggressione e sventato sequestro Casa Circondariale Roma Regina Coeli

L’infinita lista di violenze ai danni della Polizia Penitenziaria continua purtroppo ad allungarsi. Nella tarda serata di ieri il carcere di Regina Coeli ha registrato l’ennesima aggressione con un preoccupante sventato sequestro ai danni di un Agente scelto.

Due detenuti italiani non nuovi ad episodi simili gli hanno infatti puntato un rudimentale taglierino alla gola per costringerlo a consegnare le chiavi ed a chiuderlo in una cella, percuotendolo fra l’altro con la gamba di un tavolo. La professionalità e la prontezza di riflessi del collega hanno evitato che il vile tentativo venisse portato a compimento ed i due si sono barricati in cella. Solo a notte inoltrata la situazione veniva riportata alla calma ma come al solito il malcapitato collega ha avuto la peggio riportando numerose contusioni e traumi riportando 25 giorni di prognosi. La scrivente Segreteria Regionale esprime profonda solidarietà al collega e confida in provvedimenti esemplari che possano finalmente mettere un freno alla oramai quotidiana ondata di violenza.

Allegati:
Scarica questo file (AGGRESSIONE REGINA COELI.pdf)AGGRESSIONE REGINA COELI.pdf[ ]71 kB