Criticità Casa Circondariale di Rieti richiesta incontro con Provveditore

Egregio Provveditore,
Questa O.S., si rivolge a codesto Superiore Ufficio per sottolineare, ancora una volta, le criticità che
attanagliano l’istituto Reatino e in particolare la mancanza di personale di Polizia Penitenziaria che ci ha
oltremodo indotto a contrattare un piano ferie con un numero davvero esiguo di giorni (18 per turno
comprensivi di riposi).


Il grande spirito di sacrificio e il forte senso di responsabilità che da sempre hanno caratterizzato il
personale dell’Istituto Reatino, hanno permesso il funzionamento dell’Istituto, che potrebbe risultare non
sufficienti per il servizio, in particolare il periodo estivo, tanto che l’ufficio servizi lamenta di non riuscire
garantire i necessari riposi settimanali.
La situazione è aggravata dal fatto che si contano attualmente circa 40 unità " Se Non oltre" di
personale distaccato in uscita e di contro, dalle 8 unità trasferite, in entrata, in questo istituto se ne contano
solo 3 arrivate, contro le 8 unità trasferite.
Ci sentiamo inoltre il dovere, di segnalare nuovamente le criticità organizzative dei posti di servizio,
nello specifico che i sistemi di sicurezza continuano ad essere mal funzionanti, la video sorveglianza è
inattiva e la porta carraia rotta, dove la stessa viene chiusa con una zeppa di legno.
Giungono continuamente segnalazioni e lamentele sulla gestione di turni e posti di servizio, dove
non vi è un'equa rotazione.
La Sorveglianza Generale è per lo più svolta da personale del ruolo Agenti - Assistenti di mattina,
pomeriggio e notte.
Per i motivi su esposti e anche per rappresentare altre criticità dell’Istituto, lo scrivente
chiede un incontro Urgente con la S.V.