Civitavecchia - Nota Uil su ritiro dell'arma individuale in assenza per malattia -

Questa  O.S.  dopo  tante  lamentele  e  perplessità  che  sono  suscitate  tra  il  personale  di  Polizia 
Penitenziaria,  circa  le  modalità  che  Codesta  Direzione  adopera  nei  confronti  degli  Agenti  in  assenza  per 
malattia, chiede delucidazioni in merito. 
Sembrerebbe  che  a  quel  personale  assente  per  malattia,  la  cui  assenza  superi  i  30  giorni,  Codesta 
Direzione provvede al ritiro dell’arma individuale (anche presso il domicilio), non per malattie conducibili a 
motivi psichici o ricovero. 
Questa O.S. non è a conoscenza di altre circolari se non quella datata 06/4/2011 avente numero GDAP-
0140111-2011, che parla espressamente della custodia e gestione dell’armamento individuale, nello specifico al 
punto 3, che cita: 
 
Obbligo di ritirare l’arma di ordinanza, e cioè nei seguenti casi: 
•  Cessazione dal servizio 
•  Sospensione del rapporto di servizio 
•  Sospensione dal servizio per motivi penali e disciplinari 
•  Inidoneità al servizio per patologia di ordine psichiche 
•  Impossibilità  del  dipendente  di  custodire  responsabilmente  l’arma  per  fatti  anche  accaduti 
accidentali (es. decesso, ricovero per patologie improvvise o di natura accidentale); 
 
Pertanto,  al  fine  di  informare  il  personale  di  quanto  disposto  da  parte  degli  Uffici  in  Intestazione,  si 
chiede copia di eventuali diverse circolari o ordini di servizio emanati in merito. 
 
Il segretario regionale 
Pasquale TOTO