ROMA REGINA COELI: LE AGGRESSIONI NON SI FERMANO

Alle ore 14 del 07 maggio due detenuti stranieri, un marocchino ed un egiziano, hanno rifiutato di rientrare in cella aggredendo repentinamente il collega di sezione con una lametta precedentemente occultata. Nonostante l’intervento professionale ed immediato di altri colleghi, del Comandante e del vice Comandante di Reparto non è stato possibile evitare il peggio: un agente ha riportato la distorsione della mano mentre un altro la frattura del polso con 30 giorni di prognosi. Comandante e Vice hanno riportato diverse contusioni. E’ innegabile che siamo davanti ad un vero e proprio bollettino di guerra che continua ad allungarsi, la situazione oramai critica non fa altro che peggiorare. Occorrono maggiori garanzie per il personale che opera nelle sezioni senza alcun tipo di tutela poiché negli ultimi anni l’attenzione si è incentrata esclusivamente sui detenuti e davvero poco è stato realizzato per gli agenti.

Allegati:
Scarica questo file (comunicato aggressione.pdf)comunicato aggressione.pdf[ ]85 kB