Grave aggressione nella Casa Circondariale di Civitavecchia

Ennesima aggressione ai danni di Agenti di Polizia Penitenziaria. Nella mattinata di oggi si è infatti verificato un nuovo grave episodio di aggressione ai danni di una collega Assistente Capo di Polizia Penitenziaria nella Casa Circondariale Femminile di Civitavecchia. Una detenuta di nazionalità bosniaca al settimo mese di gravidanza, per futili motivi, ha aggredito il capoposto del reparto nella sezione del Reparto di Articolazione Salute Mentale causandole diverse lesioni ancora al vaglio del locale nosocomio.

La scrivente O.S., già nella fase di apertura del predetto reparto di Articolazione Salute Mentale (Osservazione Psichiatrica) di questa Casa Circondariale, si era fermamente opposta alla stessa per via della nota carenza di personale di Polizia Penitenziaria femminile che da diversi anni affligge l’Istituto.

La scrivente O.S. chiede l’adozione di urgenti interventi mirati a creare condizioni di lavoro più serene ed accettabili per chi, quotidianamente, con abnegazione e senso del dovere, garantisce un servizio fondamentale per l’Istituto e la cittadinanza intera.