Notizie

Grave aggressione nella Casa Circondariale di Civitavecchia

Ennesima aggressione ai danni di Agenti di Polizia Penitenziaria. Nella mattinata di oggi si è infatti verificato un nuovo grave episodio di aggressione ai danni di una collega Assistente Capo di Polizia Penitenziaria nella Casa Circondariale Femminile di Civitavecchia. Una detenuta di nazionalità bosniaca al settimo mese di gravidanza, per futili motivi, ha aggredito il capoposto del reparto nella sezione del Reparto di Articolazione Salute Mentale causandole diverse lesioni ancora al vaglio del locale nosocomio.

La scrivente O.S., già nella fase di apertura del predetto reparto di Articolazione Salute Mentale (Osservazione Psichiatrica) di questa Casa Circondariale, si era fermamente opposta alla stessa per via della nota carenza di personale di Polizia Penitenziaria femminile che da diversi anni affligge l’Istituto.

La scrivente O.S. chiede l’adozione di urgenti interventi mirati a creare condizioni di lavoro più serene ed accettabili per chi, quotidianamente, con abnegazione e senso del dovere, garantisce un servizio fondamentale per l’Istituto e la cittadinanza intera.

C.C. Rieti Stato Agitazione delle OO.SS SIT-IN protesta 10 Luglio 2017

Le OO.SS. del Corpo di Polizia Penitenziaria, dopo l’incontro avvenuto in data 05 c.m. , confermano LO STATO DI AGITAZIONE

Allegati:
Scarica questo file (Manifestazione 10 Luglio 2017.pdf)Manifestazione 10 Luglio 2017.pdf[ ]632 kB

Ennesima aggressione nella Casa Circondariale di Frosinone

            Al bollettino di guerra in atto nella Casa Circondariale di Frosinone, si è appena aggiunto un grave episodio di violenza ai danni di un Ispettore e di un Assistente che si trovano ancora ricoverati presso il locale nosocomio per le cure del caso.

Nel tardo pomeriggio infatti, un detenuto nord africano li ha aggrediti violentemente per futili motivi causando lesioni di cui ancora non si conosce l’esatta entità.

Il personale di Polizia Penitenziaria operante nell’Istituto è ormai ridotto allo stremo. E’ palese ed evidente che servono urgenti interventi per tutelare una categoria di lavoratori che svolge un lavoro preziosissimo per tutta la comunità.

Ennesima aggressione nella Casa Circondariale di Frosinone

            Al bollettino di guerra in atto nella Casa Circondariale di Frosinone, si è appena aggiunto un grave episodio di violenza ai danni di un Ispettore e di un Assistente che si trovano ancora ricoverati presso il locale nosocomio per le cure del caso.

Nel tardo pomeriggio infatti, un detenuto nord africano li ha aggrediti violentemente per futili motivi causando lesioni di cui ancora non si conosce l’esatta entità.

Il personale di Polizia Penitenziaria operante nell’Istituto è ormai ridotto allo stremo. E’ palese ed evidente che servono urgenti interventi per tutelare una categoria di lavoratori che svolge un lavoro preziosissimo per tutta la comunità.

Ennesima aggressione nella Casa Circondariale di Frosinone

            Al bollettino di guerra in atto nella Casa Circondariale di Frosinone, si è appena aggiunto un grave episodio di violenza ai danni di un Ispettore e di un Assistente che si trovano ancora ricoverati presso il locale nosocomio per le cure del caso.

Nel tardo pomeriggio infatti, un detenuto nord africano li ha aggrediti violentemente per futili motivi causando lesioni di cui ancora non si conosce l’esatta entità.

Il personale di Polizia Penitenziaria operante nell’Istituto è ormai ridotto allo stremo. E’ palese ed evidente che servono urgenti interventi per tutelare una categoria di lavoratori che svolge un lavoro preziosissimo per tutta la comunità.

Altri articoli...

Sottocategorie